L’antica scuola calzaturiera napoletana rivive con il corso di Tecnico dell’Orlatura

435 0

Destinata ai giovani disoccupati, la formazione ha permesso di recuperare una figura molto richiesta ma quasi scomparsa, a favore di un mercato con sempre minore qualità.
L’antica arte dell’orlatura si tramandava un tempo da artigiano a apprendista. Il mercato del lavoro era – chiaramente – diverso rispetto ad oggi. Di quelle figure professionali tipiche del made in Italy però la domanda è ancora altissima, da parte delle più importanti maison di moda del territorio nazionale e non solo. E a trovarne è davvero difficile.

L’agenzia di consulenza e formazione Form Retail, in collaborazione con Synergie, sulla scorta di queste valutazioni ha promosso un corso, destinato ai giovani disoccupati sul territorio, atto a formarli come tecnici dell’orlatura.

Giovedì 12 dicembre a partire dalle 17.00 con la consegna degli attestati si conclude il percorso che ha coinvolto 15 ragazzi selezionati che hanno tutti terminato con successo la loro esperienza formativa.

“Con la prima edizione di questo corso – spiega il CEO di Form Retail Tommaso Isernia – andiamo da un lato a colmare un vuoto creato dalla scomparsa delle vecchie botteghe artigiane intese come un tempo, dall’altro andiamo ancora una volta a centrare l’obiettivo di creare lavoro concreto e reale là dove realmente esiste una richiesta di manodopera qualificata. Queste opportunità si aprono solo quando la formazione è in grado di intercettare le istanze che arrivano dal mondo dell’impresa”.

Il corso, patrocinato dall’associazione nazionale di categoria Assocalzaturifici, è finanziato da Forma.Temp (Fondo per la formazione e il sostegno al reddito dei lavoratori in somministrazione).

Commenti

commenti