Lancio del primo centro sportivo alla Sanità per i bambini e giovani del quartiere ‘Jucà pe Cagnà’ , giocare per un cambiamento positivo

386 0

Dopo mesi dedicati ai lavori di ristrutturazione, il 10 Luglio 2019, alle ore 12, all’Istituto La
Palma ( in Via Salita Mauro 21 ), ha aperto le porte al pubblico il centro polisportivo ‘Jucà pe Cagnà.

Alla presenza del primo cittadino di Napoli, Luigi de Magistris, dell’assessore alle Politiche Sociali Roberta Gaeta, al presidente della Municipalità 3 Ivo Poggiani e con l’ospite d’onore Fiona May – membro del Board della UEFA Foundation, che ha finanziato il progetto – la nuova e coloratissima palestra della Sanità è stata presentata ai ragazzi del quartiere, che a partire da settembre potranno svolgere gratuitamente corsi di karate, scherma e ginnastica
artistica.

L’iniziativa è stato promosso dall’organizzazione benefica Play for Change, dalla Fondazione Magnoni e dalla cooperativa sociale La Locomotiva onlus, quale partner esecutivo e agente sul territorio già da 20 anni: “Sui muri della palestra abbiamo voluto scrivere i valori che per noi lo sport veicola – ha dichiarato Edi Pacchioli, uno dei soci della Onlus – ovvero dignità, disciplina, competizione, rispetto, spirito di gruppo, e soprattutto uguaglianza. Ecco cosa rappresenta per noi l’apertura di un centro sportivo nel pieno della Sanità.  Non vediamo l’ora di cominciare le attività!”.

Ed è proprio sul concetto di sport come uguaglianza sociale e rispetto per i compagni che Fiona May si concentra durante la cerimonia di apertura: “Con lo sport spariscono le differenze, è davvero importante che i ragazzi giochino insieme, imparino che non è importante essere campioni ma semplicemente dare il meglio, gareggiare e impegnarsi.

Con Uefa Foundation valutiamo ogni anno tantissimi progetti, e sono davvero tanto felice di poter
vedere un’esperienza concreta, un posto perfetto per realizzare questi bei valori”.

Per dare un’impronta partenopea, strettamente legata al territorio ed alla struttura di quartiere, il nome della palestra (Jucà Pe Cagnà) è stata creato traducendo in napoletano Play for Change con l’obiettivo principale di trasmettere i valori fondamentali dello sport in quanto catalizzatore di cambiamento sociale e culturale ai bambini ed i giovani del quartiere che vivono in contesti familiari difficili, disagiati e fortemente deprivati, in balia di una
vulnerabilità economica, sociale e culturale.

La sfida del progetto non è stata solo quella di restituire allo splendore, parte dei maestosi
locali dell’Istituto La Palma – antico orfanotrofio del 1800, da sempre dedicato a minori a
rischio di devianza, oggi accoglienza notturna per senza dimora – ma quello di trasformarlo in
un luogo dinamico sempre in fermento dove sviluppare altre attività educative e creative per
i giovani, portandoli ad una nuova svolta riaccendendo la speranza, la curiosità ed il desiderio
di riappropriarsi della vita quotidiana insieme alle famiglie e membri della comunità.
Attraverso un fitto programma di corsi il centro sportivo Jucà Per Cagnà renderà quindi lo
sport accessibile ai bambini ed i giovani e con il coinvolgimento ed il supporto delle
associazioni di quartiere e delle istituzioni, ma soprattutto con l’aiuto della comunità, cercherà
di garantire la continuità e sostenibilità nel lungo periodo.
‘Tutti noi abbiamo la responsabilità ed il dovere di garantire ai bambini ed i giovani il
diritto di praticare sport, soprattutto a coloro che non hanno il privilegio di farlo per
possibilità economiche o per mancanza di infrastrutture idonee’, così ha commentato
Valeria Ignarra, Presidente di Play for Change Italia.
‘Non è stato un caso che il primo progetto finanziato in Italia sarà inaugurato durante
le Universiade 2019 che si teranno a Napoli, questo per rendere protagonista non solo
la citta’ ma tutti gli operatori sociali e delle ASD che si dedicano giornalmente a
diffondere i valori sportivi’.
Durante l’inaugurazione i bambini e ragazzia accorsi hanno assistito a demo sportive,
realizzate grazie ai partners della ASD P. Frassati, il Champion Center del ct nazionale di
karate Massimo Portoghese ed il Centro Schermistico Partenopeo del ct nazionale di scherma
Sandro Cuomo, ma anche ad attività di intrattenimento per bambini, offerte dal CSI
provinciale. Il buffet di benvenuto è stato a cura di Ciro Poppella.
Le associazioni promotrici sono state rappresentate da Ruggero Magnoni | Presidente
Fondazione Magnoni, Valeria Ignarra | Presidente Play For Change Onlus e Danilo Tuccillo |

La Locomotiva Onlus
Presenti anche altri tra i rappresentanti delle associazioni del quartiere Padre Alfonso |
Direttore Istituto La Palma – Sergio Roncelli | Presidente Regionale del Coni – Daria Braga |
Fondazione Laureus, M.R.P. Carlo d’Amodio | Ministro Provinciale Frati Minori di Napoli,
Nicola Caracciolo | Presidente Pio Monte della Misericordia.
Per approfondire:
Attraverso il progetto, Jucà Per Cagnà offrirà ad un minimo di centocinquanta tra bambini e
ragazzi dai 6 ai 14 anni ( includendo coloro che soffrono di disabilità e forme di autismo),
che vivono nel quartiere, la possibilità di praticare attività sportive a titolo gratuito
partecipando a corsi di karate, scherma, ginnastica artistica, baby gym e junior crossfit.
Inoltre anche i genitori e membri familiari potranno partecipare a corsi di ginnastica e
seminari di alimentazione, così da promuovere la cultura della salute e del benessere
attraverso lo sport.
Fondamentale per il successo del progetto è l’attività di rete che va a completare il percorso
educativo e di supporto delle organizzazioni già presenti sul territorio. In tal senso il lavoro
svolto durante la prima fase di realizzazione del centro sportivo ha coinvolto la Municipalità
3, i servizi sociali di riferimento e la Rete educativa della Sanità, tra cui le organizzazioni: il
INSIEME PER CAMBIARE ROTTA,
SEGUENDO LA DIREZIONE DEL
Grillo Parlante, Istituto Ozanam, La Tenda, Opportunity e Piano Terra.
Gli obiettivi del progetto:
1.Educare attraverso lo sport: fornire ai bambini ed agli adolescenti del quartiere strumenti
preziosi
per contribuire a fare la differenza nella loro vita
2.Rendere lo sport accessibile a tutti i bambini/ giovani che vivono nel quartiere
3.Sostenere politiche di sviluppo sostenibile della comunità
4.Promuovere attività di integrazione (disabilità, migranti, ecc.)
5.Contrastare abbandono e dispersione scolastica
6.Sostenere prevenzione contro forme di criminalità giovanile
7.Trasmettere attraverso lo sport strumenti di prevenzione e benessere per la salute
Chi siamo:
Play for Change Onlus | Organizzazione benefica Internazionale, si dedica allo sviluppo di
programmi sportivi ed educativi con l’obiettivo di migliorare le prospettive di vita di bambini
e giovani che vivono in contesti di vulnerabilità e disagio economico, sociale e culturale.
La Locomotiva Onlus | Società cooperativa sociale che opera sul territorio di Napoli con
attività educative e formative nel campo dell’Educazione alla Cittadinanza Attiva,
dell’Inclusione Sociale e Lavorativa, dell’Educazione Ambientale, dell’Educazione alla Pace e
Non Violenta con un particolare focus sullo sviluppo di comunità.
Contatti Ufficio Stampa:
Marta Capuozzo – marta@thegapagency.com 3337689914
Pagina Facebook – Jucà Pe Cagnà

Commenti

commenti