Chievo-Napoli, azzurri senza strafare rifilano tre reti ai veronesi: in attesa della notte magica

9 0

di Sandro Tacinelli

CALCIO – Piccolo trotto, grande risultato. Gli azzurri senza strafare rifilano tre reti al Chievo che, il prossimo campionato, lo disputerà in serie B. Ancelotti, di certo, inquadra l’incontro come un allenamento sulla lunga distanza e propone: Ospina, Chiriches e Ghoulam in difesa, lascia fuori Allan e vara un attacco con Insigne, Milik e Mertens; quest’ultimi pronti all’assalto dell’Arsenal, vista la necessità di andare più volte a segno. I padroni di casa, mai in partita, rincorrono spesso i partenopei impegnati in un continuo palleggio. La differenza è troppa e l’allenatore Di Carlo non si agita più di tanto e confida in una buona prestazione del portiere Sorrentino, dell’ex Giaccherini e del giovane Vignato. Buon fraseggio fra Insigne e Mertens: palla a Zielinski: tiro al volo: alto. Dall’altra parte, c’è una girata di testa di Meggiorini: Ospina para senza difficoltà. Scende sulla sinistra Ghoulam: serve in area: Mertens tira di contro balzo: alto. Insistono gli ospiti: Callejon al nazionale belga che mette subito in area, ma nessuno intercetta la sfera.

In percussione Fabian Ruiz: guadagna un angolo: batte Mertens: testa di Koulibaly: 0 – 1. Ancora Napoli: punizione di Insigne: colpo di testa di Chiriches con palla a lato. E allora è Milik a tentare di testa: alto. Stepinski cerca il pareggio: Koulibaly gli devia la conclusione in angolo. La frazione di gioco si chiude su due accelerazioni del Napoli: nella prima, Insigne servito da Mertens si fa deviare il tiro in angolo; nella seconda, è Insigne che serve Fabian Ruiz con conclusione di poco fuori. Nel secondo tempo, subito la pressione azzurra con Callejon che libera Mertens in area: tiro forte: alto. Sull’altro fronte, è Meggiorini a tentare da fuori area con Ospina pronto alla parata a terra. Fraseggio d’autore tra Insigne e Mertens: panico in area clivense con palla che esce di poco. Passa meno di un minuto è il Napoli raddoppia. Mertens a Zielinski e, quindi, a Milik al limite dell’area: rasoiata di sinistro nell’angolo e per Sorrentino non c’è scampo: 0 – 2. Primi cambi: Vignato esce per Leris per il Chievo e Insigne lascia il posto ad Allan per gli ospiti. Una bordata di Callejon impegna Sorrentino in una difficile deviazione in angolo e Zielinski spedisce fuori una conclusione dal limite.

Per gli azzurri, Fabian Ruiz esce per Younes e, per i veneti, Meggiorini lascia il posto a Grubac. Younes subito in evidenza: serve Callejon: tiro deviato in angolo; batte Mertens: smanaccia Sorrentino: Koulibaly di potenza: 0 – 3. Ancora qualche sostituzione: Stepinski esce per Kiyine e Callejon per Verdi. La gara si avvia al termine. Milik serve il furetto belga: gran tiro: Sorrentino dice di no. In area azzurra, dopo calcio d’angolo, Cesar di testa mette la sfera dove Ospina non può arrivare: 1 – 3. Ora fari puntati sull’incontro di giovedì prossimo contro l’Arsenal per i quarti di finale dell’Europa League. C’è un 2 – 0 da ribaltare. Il San Paolo avrà il pubblico delle grandi imprese. Speriamo che il Napoli ritrovi la forma migliore e che sia una notte magica. Una notte utile a continuare un sogno e a dare un senso a questa prima stagione targata Ancelotti. Forza azzurri. #Oscarrafone

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.