Napoli-Empoli, “Ciro” Mertens a suon di gol piega i toscani: lo squillo è arrivato a Parigi

35 0

di Sandro Tacinelli

NAPOLI – Lui è Mertens. Dries Mertens. E questa è una serata che non dimenticherà, non solo per i record (niente male), ma soprattutto perché ancora una volta è emerso il suo talento, il suo fiuto del gol, la sua voglia (matta) di essere titolare e non solo martedì prossimo contro il Psg in Champions League. Il Napoli strapazza l’Empoli di Andreazzoli, squadra veloce, dalle ottime individualità e, in alcuni circostanze, capace anche di creare qualche grattacapo alla compagine di Ancelotti che mette in campo una nuova formazione con a centrocampo: Ruiz, Rog, Diawara e Zielinski.

Passa meno di un minuto e Insigne prova dal limite ma pecca in precisione. Ancora il Magnifico, prima in combinazione con Zielinski e Mertens: tiro debole che Provedel para a terra e, poi, alla conclusione dopo un bel recupero di Diawara con il portiere empolese attento. Gli ospiti con Ucan e Krunic provano la conclusione, ma la difesa azzurra fa buona guardia. Recupera un pallone King Kong Koulibaly, si invola sulla sinistra e serve Insigne al limite: controllo e sfera messa nell’angolo basso: 1 – 0. Applausi. Da Ruiz a Mertens e quindi a Malcuit: esce Provedel e il terzino francese mette fuori. Gli azzurri si muovono bene spinta da Ruiz, mentre l’Empoli punta sulle ripartenze. In una di queste, Antonelli segna su passaggio di Caputo ma è in fuorigioco. Il furetto belga dialoga con Insigne che tira appena in area: Provedel para a terra. I due si ripetono, ma questa volta la sfera finisce alle stelle. Sull’altro fronte, non fa meglio Krunic che manda fuori. E allora tocca a Zielinski con Provedel a respingere di pugno. Il Magnifico offre a Mertens al limite: mira l’angolo basso: 2 – 0. La reazione dell’Empoli è tutta in una bella intesa fra Ucan e Antonelli. Il tempo si chiude con Traoré che salva su bella azione dalla destra di Malcuit.

La ripresa si apre con Caputo lanciato a rete e Karnezis abile in uscita. Si fa vedere anche Ruiz: tiro a giro di sinistro dal limite: alto. Ancora lo spagnolo in dialogo con Mertens: palla a Hysaj in area, ma l’azione sfuma. Su una bella ripartenza, invece, accorciano le distanze gli ospiti: Caputo (punta con il vizio del gol) mette alle spalle del portiere napoletano: 2 – 1. Ci crede l’Empoli. Koulibaly sbroglia una pericolosa situazione in area e manda in angolo. Ancelotti decide di sostituire Rog con Allan e Ruiz con Callejon. Partono gli azzurri sulla destra: Malcuit a Callejon e quindi a Mertens: gran tiro e Provedel si inchina per la terza volta. Cambi anche nell’Empoli: Zajc prende il posto di Acquah E Pasqual quello di Krunic. Squadre ora un tantino più lunghe e comprensibili momenti di stanchezza. Ucan scaglia un gran tiro e guadagna un angolo: colpo di testa di Silvestre: alto. Dall’altra parte, Zielinski lo imita e Provedel para a terra; mentre, Callejon, servito da Mertens, non trova compagni da servire e sciupa una favorevole occasione. La Gumina sostituisce Ucan. De Lorenzo batte di testa: Karnezis mette in angolo. Esce Zielinski ed entra Milik. Insigne parte da centrocampo, al limite serve Mertens che offre a Milik in area: la punta polacca non sbaglia: 4 – 1. Ma non finisce qui. Ancora il Magnifico che con una magia lancia Mertens che salta Provedel in uscita e deposita in rete: 5 – 1.

Archiviata la pratica Empoli ora lo sguardo è rivolto alla Champions League. Ancelotti e la squadra puntano molto sull’incontro di martedì prossimo. Stasera hanno dimostrato di essere in buona salute e sanno che possono tentare di battere la formazione francese. C’è bisogno del contributo di tutti. Questo Napoli non può temere nessuno.
#Ventodipassione

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.