“Sulla mia pelle”, tra rabbia e riflessioni: cosa ne pensano i napoletani? – GUARDA VIDEO

45 0

di Valentina Di Micco, Ludovica Perfetto, Federica Zizolfi
NAPOLI – Rabbia, dolore, fastidio, tante le sensazioni e le emozioni che si provano guardando il film “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini con Alessandro Borghi come protagonista. E’ la storia vera, l’ultima settimana di vita di Stefano Cucchi. Un ragazzo qualunque morto a causa dell’atroce pestaggio subito durante la detenzione. Abuso di potere, diritti negati, omissione di soccorso, infinite le chiavi di volta di questo film necessario e che impone la riflessione, nonché le lacrime. E’ stato chiesto ai napoetani cosa pensano di questa pellicola.

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.