A Pasqua regala l’uovo solidale per la ricerca contro il cancro: “Aiutaci ad aiutarti”

100 0
Margherita Luongo

NAPOLI – «Aiutaci ad aiutarti», con queste parole Margherita Luongo, vicepresidente della Fondazione Maria Guarino Onlus AMOR lancia la sua campagna a sostegno della ricerca oncologica. «Contribuisci – continua la dottoressa puteolana – a mantenere le cure gratuite per i grandi e piccoli malati oncologici». La Fondazione, sita in via pendio San Giuseppe 1/A a Pozzuoli, sostenuta da medici volontari provenienti da tutta Italia, porta avanti la ricerca e gli studi sull’Ossigeno Ozono Terapia. Un gas medicale naturale dalle enormi potenzialità, tra queste migliora il sistema immunitario risultando un ottimo coadiuvante delle chemio e radio terapie oncologiche. Tanti i pazienti, anche giovanissimi, affetti da tumore che si affidano ogni giorno alla Fondazione per ridurre i gravi effetti collaterali che le terapie oncologiche recano ai malati (nausea, vomito, diarrea, astenia, mancanza di appetito). Varie sono le vie di somministrazioni dell’ozono: dalla autoemotrasfusione ozonizzata, via topica, insufflazione vaginale, infiltrazione sottocutanea, intramuscolare, intrarticolare, intradiscale. L’unica via vietata è quella inalatoria che può provocare grave insufficienza respiratoria, mentre la più semplice, immediata e priva di traumi è la via rettale.

Carlo Luongo

RIDUZIONE DELLE MASSE TUMORALI – «I pazienti che si sono sottoposti solo ad ozonoterapia in quanto chemio-radioresistenti, hanno avuto gli stessi effetti e anche riduzioni delle masse tumorali nel caso di un cancro cerebrale», spiega Carlo Luongo, presidente della Fondazione e già direttore del master di ozonoterapia presso la SUN di Napoli. «Inoltre tutti i pazienti, affetti da varie patologie, che praticano l’ozono hanno miglioramenti dello stato di benessere», conclude Luongo che ha deciso di intitolare la Fondazione alla memoria della moglie vittima di quella parte cattiva della sanità campana, Maria Guarino che negli anni ’80 decise di fondare l’associazione Il Corvo, promotrice di eventi culturali in una Pozzuoli ingrigita e spenta dal terremoto e scevra di iniziative che la vitalizzassero.

UN UOVO ECOSOLIDALE PER AIUTARE LA RICERCA – Sabato 24 marzo dalle ore 9 in piazza della Repubblica a Pozzuoli (e domenica 25 marzo in via Luca Giordano al Vomero) ci sarà un gazebo della Fondazione AMOR (www.amoronlus.com) dove la dottoressa Margherita Luongo, con un gruppo di volontari, potrà rispondere ad eventuali domande e distribuire volantini informativi, nonché in cambio di una piccola donazione di 8 euro a favore della ricerca e del mantenimento delle cure gratuite che ogni giorno i medici della Fondazione somministrano ai tanti pazienti, sarà donato un uovo ecosolidale di 250 grammi.

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.