Bambino malato e Cecilia nell’armadio: gli assurdi vestiti di Carnevale visti a Napoli

241 0
“Quest’anno sembra che si sia scatenata una guerra a chi scende più in basso nella gara del cattivo gusto nella scelta dei vestiti di carnevale per i bimbi”.
Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, per i quali “è assurdo che dei genitori abbiano deciso di travestire i figli da vecchio malato, con tanto di busta con le urine raccolte con il catetere e flebo, o da Cecilia Rodriguez nascosta nell’armadio per richiamare una performance sessuale ripresa dalle telecamere del grande fratello vip”.
“In fondo chiedere che i servizi sociali verifichino la capacità di crescere figli di quei genitori non ci sembra una provocazione” hanno aggiunto Borrelli e Simioli augurandosi che “nei prossimi giorni, con l’avvicinarsi del Carnevale la ricerca della maschera di cattivo gusto lasci il posto alla proverbiale sana fantasia napoletana nella scelta dei costumi per i bimbi e, soprattutto, non si offenda chi è davvero malato e lotta per continuare a vivere”.

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.