Pompei, cede muro in domus: chiusa

22 0

Il cedimento di una parete è stato scoperto ieri mattina in una zona dell’area archeologica di Pompei chiuso al pubblico, la cosiddetta ‘casa della caccia ai tori’. Il crollo si è verificato probabilmente nei giorni scorsi, caratterizzati da una forte ondata di maltempo, ma è stato rilevato solo stamattina. Il cedimento riguarda una porzione di muro di circa un metro e mezzo distaccatasi interamente per cause impreviste dovute al vuoto sottostante causato dall’esistenza di una cisterna. L’intonaco – a quanto si apprende – non è stato danneggiato. Per il soprintendente Massimo Osanna ”Non è un crollo ma il distacco di un pezzo di muro per cedimento in fondazione causato dal vuoto sottostante (dovuto alla presenza di una cisterna) e quindi non prevedibile. Non c’è danno alla materia archeologica – sottolinea- perché il muro è intatto e si può ricollocare in situ”.

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.