DEGRADO/ Piazza Garibaldi, Verdi: “Aumentare i controlli e promuovere eventi notturni” – LE FOTO

527 0
 

PIAZZA

mercatino1
mercartino
Mercatino8
mercatino7
mercatino2
mercatino6
mercatino5
“L’area della stazione centrale di Napoli è il biglietto da visita della città oltre a essere uno dei punti nevralgici della città e non può essere lasciata nelle condizioni in cui è”.
Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e i consiglieri comunali del Sole che ride, Stefano Buono e Marco Gaudini, per i quali “per quell’area servono interventi che mettano insieme forze dell’ordine e Istituzioni per poter trovare soluzioni durature a partire dallo smantellamento dei mercatini della “monnezza” che avvengono in tutta l’area con grave disagio anche sanitario dei residenti e dei turisti”.
“Abbiamo denunciato più volte quel mercatino, ottenendo anche diversi controlli straordinari, ma mai risolutivi” hanno aggiunto precisando che “serve uno smantellamento vero, però, e non un semplice spostamento da un lato all’altro dell’area”.
“E’ chiaro che una piena riqualificazione potrà avvenire solo quando saranno finalmente finiti i lavori di piazza Garibaldi perché il cantiere, nei fatti, aiuta il proliferare di attività illegali, grazie alla scarsa visibilità, ma servono anche interventi immediati per evitare che i criminali se ne impossessino del tutto” hanno aggiunto Borrelli, Buono e Gaudini per i quali “i presidi della polizia municipale e dell’esercito dovrebbero anche spostarsi lungo la piazza e non restare solo a ridosso della stazione che, invece, potrebbe essere maggiormente presidiata dalla polizia ferroviaria”.
“E’ necessario poi fare in modo che la sera la piazza non sia abbandonata a se stessa e, a volte, basta davvero poco per farlo” hanno concluso i Verdi ricordando che “è stato un errore, per esempio, togliere il pianoforte dall’atrio della stazione, ufficialmente per misure antiterrorismo, perché, finché c’era, a tutte le ore, fino a tarda sera, c’era sempre un gruppo nutrito di persone che si fermava a suonare e cantare e teneva lontano da quell’area dello scalo ferroviario i malintenzionati. Per questo abbiamo formalizzato una richiesta a Grandi Stazioni affinché sia ripristinato il pianoforte e siamo pronti a fare una raccolta di firme in città se non avremo ascolto”.

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.