Il Comune di Napoli querela Libero e Bossi: articoli e frasi offensive

36 0

Il Comune di Napoli ha querelato il quotidiano Libero per l’articolo di alcuni mesi fa intitolato ‘Piagnisteo napoletano’, e l’ex segretario della Lega Nord, Umberto Bossi, per alcune frasi ritenute ”offensive” apparse su Il Corriere della Sera. La decisione è maturata in seguito alle valutazioni fatte dall’amministrazione comunale sulle segnalazioni giunte allo sportello ‘Difendi la città’, voluto dal sindaco Luigi de Magistris su proposta della delegata all’Autonomia, Flavia Sorrentino.
Lo sportello nasce con l’obiettivo di ”tutelare l’immagine e la reputazione della città e dei napoletani”. Lo sportello – istituito la scorsa primavera – secondo i dati forniti dal Comune – ha ricevuto 115 segnalazioni che hanno portato a 31 azioni amministrative e due querele. ”Soddisfazione” per la partecipazione dei cittadini è stata espressa da Flavia Sorrentino: ”Abbiamo registrato la grande voglia dei napoletani a contribuire alla difesa dell’immagine di Napoli in Italia e nel mondo”.

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.