La Juve perde la Champions e Napoli festeggia con i “fuochi a perdere”

526 0

NAPOLI – Boati, fuochi d’artificio, balli per strada, vie addobbate a festa con striscioni e palloncini, ieri Napoli era di due colori: rosso e blu. Ieri la città partenopea ha riscoperto le sue origini spagnole, tifando per il Barcellona durante la finale di Champions League, o meglio ha confermato il suo esser anti juventino.

“FUOCHI A PERDERE” – Appena conclusa la partita con la sconfitta della “Vecchia Signora”, Napoli ha festeggiato come se fosse stato Capodanno, sui social network sono rimbalzate fino a tarda notte immagini e parodie contro la Juve, e per tutta la città sono scoppiati fuochi d’artificio tanto da provocare la reazione dell’attore napoletano Gianfranco Gallo che così ha commentato: «A Napoli hanno inventato i “fuochi a perdere”. Non festeggiano una propria vittoria ma la sconfitta di altri. Vabbe’ che era la Juve, ma e’ un tantino triste».

V.L.

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.