TERRA DEI FUOCHI/ Mangiare sano per prevenire i tumori, ecco cosa mettere a tavola

923 0
DSC_0158
Armando D’Orta, biologo nutrizionista

di Violetta Luongo

NAPOLI –«Da quando si parla di Terra dei Fuochi ossia di terreni contaminati, avvelenati da rifiuti tossici la gente non sa più cosa mangiare, a quale cibo affidarsi e per questo le persone hanno cominciato a nutrirsi di prodotti imbustati, e non di prodotti freschi», così Armando D’Orta, biologo nutrizionista, spiega come deve esser la giornata tipo per una sana alimentazione.

COME FARE LA SPESA – «Abbiamo cominciato a studiare i longevi, gli organismi sani, cercando di copiare i meccanismi della natura e aiutare così le nostre cellule a disintossicarsi da sole. Quando si fa la spesa – continua il dottor D’Orta –  bisogna leggere l’etichetta, due sono le regole da seguire, immaginate di farla insieme ad una persona anziana, tutto ciò che non riconosce come cibo non compratelo, un prodotto, che ha più di 5 ingredienti o qualcosa che non sapete cosa sia, non acquistatelo. Si possono comprare prodotti biologici al discount basta conoscere la stagionalità degli alimenti».

ECCO COSA MANGIARE – «La colazione deve avere una cosa fondamentale: nutrire i batteri con lo yogurt di qualunque marca, intero, bianco. Biscotti, frutta, crusca, avena, cereali, miele. Il pranzo con un pasto unico: un piatto di cereali, tipo il riso integrale, o il farro, l’orzo che hanno un glutine antico, diverso, non geneticamente modificato perché la maggior parte di pasta e pane, di qualsiasi marca, è fatta con grano che negli anni ’80 è stato irradiato cioè geneticamente modificato per questo causa più intolleranze e allergie ed ecco perché c’è stato un boom celiaci. Lo spuntino con frutta di stagione, semi, noci o mandorle. La cena: mangiare pesce, uova e la carne rossa ogni 15 giorni, perché è cibo di emergenza. Non si trattta di una dieta ma di un riequilibrare il nostro organismo».

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.