Scugnizza trionfa al Mondiale di Vela d’Altura

273 0

Dopo 9 giorni di regate, che si sono tenute dal 21 al 29 giugno, la napoletana Scugnizza dell’armatore Vincenzo De Blasio ha portato a casa con orgoglio, per il secondo anno consecutivo, il titolo di campione del mondo.

Quest’anno l’Orc International World Championship, il Mondiale di Vela d’Altura, si è tenuto ad Ancona, che si è rivelata essere una località perfetta per lo svolgimento delle regate, nonostante le avverse condizioni meteorologiche dei giorni scorsi che hanno messo a rischio il normale andamento della competizione.

Sono stati 16 i Paesi che hanno partecipato all’evento, distribuiti su 115 barche: 59 nel gruppo A e 56 nel gruppo B.

Nel gruppo A la vittoria è andata a Hurakan di Marco Serafini, mentre nel gruppo B il titolo Mondiale se lo è aggiudicato ancora una volta l’equipaggio nostrano di Scugnizza, campione in carica dello scorso anno.

Delusione per l’anconetana Enfant Terrible, che dopo due vittorie ora si accontenta di un bronzo, e per il team di Uka Uka Racing di Civitanova, squalificato per una falsa partenza durante la quinta regata.

Le premiazioni si sono tenute nella Piazzetta di Marina Dorica, il più grande porto turistico di Ancona, che ha ospitato le regate.

Con una grande cerimonia, degna di quella che aveva dato il via alla competizione, si è concluso così sabato il Mondiale di Vela che vede tutti noi napoletani fieri della vittoria della grande Scugnizza.

Magdalena Sanges

 

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.