L’impronta di Rafa Benitez sul “nuovo” Napoli

390 0

L’era Benitez è ufficialmente iniziata ed il sintomo più evidente della nuova malattia che sta colpendo i tifosi napoletani non è di certo la presentazione del nuovo allenatore del Napoli a Castel Volturno. La nuova era nasce da ben altri propositi, forse maturati all’interno di una hall a Londra. La stessa che ospitò De Laurentiis, Bigon, Chiavelli, Benitez e Quillon, il suo procuratore.

Il Napoli di Benitez nasce dai presupposti e dalle basi gettate proprio in quell’incontro. Certo il viaggio in pompa magna del patron azzurro a Londra per accaparrarsi l’allenatore più vincente della Serie A, deve aver fatto colpo sul tecnico spagnolo ma, a convincerlo, non deve essere stato né l’ingaggio, né il viaggio. A convincere Benitez deve essere stato ben altro. E segnatamente l’impegno del Presidente De Laurentiis a seguire la linea tracciata dal tecnico.

La differenza sta nei rapporti con gli allenatori. Walter Mazzarri era quello che solitamente si definisce un’aziendalista. Come a dire “Tu mi dai i giocatori e io cerco di fare il massimo senza fiatare”. Benitez, invece, ha caratura e spessore e, immaginiamo, l’approccio deve essere stato diverso. Del tipo “Io vengo pure a Napoli, ma si fa come dico io”. Manco a dirlo chi ne esce notevolmente ridimensionato è Riccardo Bigon, declassato al ruolo di mero esecutore materiale del volere dello spagnolo.

E, proprio in quest’ottica, stanno maturando le prime operazioni azzurre. Mertens, Rafael e Callejòn non sono operazioni alla Bigon. Parliamoci chiaro. Il Direttore Sportivo azzurro avrebbe liquidato la questione, con la complicità di Mazzarri, con Astori, Nainggolan e uno tra Zaza ed Immobile, salvo poi aspettare la decisione di Edinson Cavani. Benitez, con la firma del biennale (con opzione per il terzo anno) ha detto qualcosa di ben più chiaro e deciso. Ha imposto uno stile. Uno stile completamente nuovo e diverso. Ed ecco serviti Mertens, Rafael (dovrebbe arrivare a breve) e Callejòn (dicono in arrivo).

Massimo Esposito

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.